Direttiva Cancerogeni

Nuovi limiti per i cancerogeni. La Direttiva 2398/2017 UE emanata il 12 dicembre 2017 fissa nuovi valori limite per le sostanze cancerogene in agente di lavoro. Il provvedimento dovrà essere recepito dagli stati membri entro gennaio 2020 e andrà a sostituire l’allegato XLIII del D.lgs. 81/2008. I valori limite elencati nella direttiva dovranno comunque essere tenuti in considerazione anche prima del recepimento; questi andranno infatti a costituire un riferimento valido in assenza di altre indicazioni di legge e, in particolar modo, appaiono assumere maggior forza rispetto ad altri limiti di riferimento usualmente adottati anche in contratti collettivi nazionali come i TLV ACGIH (Limiti dell’American Conference of Gavernmeental Industrial Hygienists).

E’ bene sottolineare come la direttiva ribadisca che per gli agenti cancerogeni non esistono limiti definibili “sicuri” ma che il rispetto di tali indicazioni contribuisce comunque a una riduzione significativa dei rischi.

Si riporta una tabella semplificata dalla direttiva in questione.

In definitiva si rileva:

  • L’inserimento di numerosi limiti per agenti cancerogeni che non erano normati;
  • La forte riduzione del limite applicabile alle polveri di legno duro da 5 a 2 mg/mc;
  • L’inserimento di un severo limite per i comporti del Cromo VI mitigati da misure transitorie per l’applicazione del limite;
  • L’inserimento del limite per le fibre ceramiche refrattarie con un valore più alto rispetto a quanto suggerito dai TLV ACGIH ;
  • L’inserimento di un limite per la silice cristallina applicabile a una molteplicità di cicli produttivi (probabilmente per un errore si fa riferimento alla frazione inalabile delle polveri invece che alla respirabile;
  • La conferma dell’elevato valore di riferimento precedentemente adottato per il benzene;
  • La riduzione del valore di riferimento per il CVM – Cloruro di Vinile Monomero, i cui livelli di esposizione sono a oggi molto più contenuti rispetto al passato.

 

Nome agente

Valori limite

Osservazioni

Misure transitorie

mg/m3

ppm

f/ml

Polveri di legno duro

2

Valore limite: 3 mg/m3 fino a l 17 gennaio 2023

Composti di cromo VI definiti cancerogeni ai sensi dell’articolo 2, lettera a), punto i),

(come cromo)

0,005

0,010 mg/m3 fino al 17/1/ 2025,

0,025 mg/m3 per i procedimenti di saldatura o taglio al plasma o analoghi procedimenti di lavorazione che producono fumi fino al 17/1/ 2025

Fibre ceramiche refrattarie definite cancerogene ai sensi dell’articolo 2, lettera a), punto i)

0,3

 

Polvere di silice cristallina respirabile

0,1

 

Benzene

3,25

1

Pelle

 

Cloruro di vinile monomero

2,6

1

 

Ossido di etilene

1,8

1

Pelle

 

1,2-Epossipropano

2,4

1

 

Acrilammide

0,1

Pelle

 

2-Nitropropano

18

5

 

o-Toluidina

0,5

0,1

Pelle

 

1,3-Butadiene

2,2

1

 

Idrazina

0,013

0,01

Pelle

 

Bromoetilene

4,4

1

 

 

In attesa del recepimento della direttiva possiamo dire che si tratta, in definitiva, di un provvedimento molto importante le cui implicazioni applicative saranno tutt’altro che semplici da gestire.

 

Stefano Massera